Oratorio della Ferruzza - archivio della memoria di fucecchio

ARCHIVIO della MEMORIA di FUCECCHIO
Vai ai contenuti

Menu principale:

Oratorio della Ferruzza

i Luoghi > FUCECCHIO > Luoghi di culto
Chiesa della Vergine della Ferruzza (secoli XV-XVII)

Il grazioso oratorio della Vergine, situato presso la Fonte detta anticamente Peruzza o Ferruzza, fu edificato, intorno alla metà del Quattrocento, fuori dalla Porta Nuova di Sant'Andrea, nei pressi del luogo dove, fin dal XIII secolo, sorgeva un romitorio.
La chiesa fu di patronato del Comune, che a lungo ne nominò gli "operai" incaricati di conservare e abbellire l'edificio, finché, sul finire del Settecento, passò al Capitolo della Collegiata di San Giovanni Battista dai cui sacerdoti è tuttora officiata.
L'esterno è preceduto da un piccolo ma elegante loggiato e da una scalinata che scende presso gli antichi lavatoi.
All'interno pregevole affresco frammentario rappresentante Madonna col Bambino in trono, San Giovanni e Sant'Antonio Abate, lavoro databile intorno al 1460, da attribuire a un seguace di Andrea del Castagno e di Alessio Baldovinetti, di buona scuola fiorentina. L'opera, che in epoca imprecisata fu ritagliata sia in alto che in basso per adattarla ad una nuova sagomatura, era inquadrata nel dipinto raffigurante San Giovanni Battista e San Benedetto conservato nel Museo civico.
Archivo della Memoria di Fucecchio
presso Fondazione Montanelli-Bassi
Via Guglielmo di San Giorgio - 50054 Fucecchio (FI)
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7 marzo 2001
Torna ai contenuti | Torna al menu